Home

Undici anni a parlare di diritti civili digitali, privacy, profilazione, raccolta dati geo e crono referenziati, crittografia e software libero.

I contenuti dell’Hackit non sono cambiati, sono cambiati i partecipanti ed è cambiata la società attorno.

Tanto più si stringe la maglia del controllo, tanto più si esaltano i nostri argomenti.

L’Hackmeeting è autogestito, non ci sono organizzatori, solo partecipanti.

Gli hacker sono smanettoni e curiosi, non accettano le regole che non condividono e mettono in discussione l’autorità.

La dottrina della sicurezza preventiva fa leggi e influenza l’agire politico globale, e confonde Sicurezza con Libertà.

Per ciò anche quest’anno ci impegniamo a organizzare Hackit.

Siamo una comunità eterogenea che vede al suo interno convivere gruppi e singoli individui con altrettante diverse estrazioni politiche e culturali.

Per chi suona il maranzano? L’undicesimo incontro annuale si terrà a Palermo il 26-27-28 Settembre presso il centro sociale Ask191 in Viale Strasburgo 191.

Hackit è una tre giorni di seminari, laboratori e simposio delle controculture digitali italiane.

Vedrete: circuiti disegnati a mano e saldati al volo, firme estemporanee di chiavi crittografiche, contest di coding acrobatico, IP wrestling, reti locali con e senza fili, radio trasmissioni (cheek to cheek), sharing selvaggio, ingresso con sottoscrizione libera e sabato cornetti caldi … questo e molo altro a Palermo il 26-27-28 Settembre 2008